La danza orientale o danza del ventre (in lingua originale Raqs al sharqi) è un’arte antica le cui origini risalgono ai culti religiosi della “Dea Madre” praticati nelle prime civiltà del mondo mediorientale. Usata in passato per propiziare la fertilità e celebrare il parto, col tempo è diventata parte integrante dell’ambiente culturale dei popoli che hanno avuto modo di entrare in contatto con essa ed oggi è praticata soprattutto in occasioni ricreative, legate a momenti di festa e di giubilo. La danza del ventre è particolarmente adatta al corpo femminile, perché aumenta la flessibilità e la tonicità del seno, delle spalle, dei glutei, delle braccia, ma soprattutto della pancia: ventre e fianchi, parti del corpo esaltate dalla cultura orientale per il loro potere generativo e sensuale, sono i più allenati. I movimenti richiamano quelli della fecondazione e del parto ed hanno un effetto salutare su tutto l’apparato genitale femminile. La danza del ventre tonifica le cosce, migliora l’agilità delle articolazioni e dona alla danzatrice maggiore sicurezza e grazia nel modo di muoversi. E’ un’attività che favorisce la coordinazione motoria e una corretta respirazione, da poter usare anche nella vita di tutti i giorni. Non avendo limiti di età o fisicità, è una danza rivolta a tutti, che permette di migliorare la percezione di sé e della propria femminilità. Prevede inoltre un buon esercizio fisico e può essere estremamente utile per mantenersi in forma per chi svolge un lavoro sedentario. A livello psicologico, la danza del ventre ha un’azione antistress: l’esecuzione di movimenti sinuosi e scattanti, accompagnata dalla musica orientale, distoglie la mente dalla realtà quotidiana ed aiuta a rilasciare le tensioni. Può essere inoltre utile per acquisire una maggiore consapevolezza corporea, sperimentando i movimenti isolati di ogni singola parte del corpo e scoprendo nuove possibilità di espressione. Infine, è sicuramente un’arte che favorisce l’aggregazione: permette di ballare in serenità in gruppo, liberandosi della quotidianità, per entrare in armonia con se stessi e con gli altri.

Insegnante

Dora Caci

Dora inizia a studiare danza orientale nel 2006 frequentando diverse scuole nell’hinterland milanese e partecipando a numerosi stage con insegnanti di fama internazionale. Si perfeziona inoltre nell’uso di vari accessori come il velo, il bastone, le ali di Iside, la sciabola, le candele e nei differenti stili della danza orientale, nonché nel vasto repertorio folkloristico del nord Africa. Ama sperimentare con contaminazioni che comprendono le danze indiane e polinesiane.

Dal 2011 si esibisce in vari locali di Milano e nel 2012 inizia ad insegnare. Continua lo studio partecipando a corsi professionali e master.

Nel 2013 inizia a studiare anche Burlesque frequentando svariati corsi intensivi e monotematici,  esplorando i tanti stili della disciplina e partecipando a stage di perfezionamento con performer riconosciute a livello mondiale.

Dal 2015 insegna questa forma d’arte ironica e coinvolgente.